AGSM per te

In questa sezione trovi tutte le indicazioni che possono esserti utili per comprendere al meglio la tua bolletta.

  • Glossario bolletta → verrai reindirizzato al sito dell’AEEGSI, dove avrai modo di conoscere i termini generici validi per tutte le bollette, di qualsiasi fornitore.
  • Come leggere la bolletta AGSM → avrai modo di vedere come si struttura la nostra bolletta e leggere i blocchi che la compongono in maniera semplice e intuitiva.

Clicca il pulsante per saperne di più

Comunica l’autolettura del tuo contatore di luce e gas con App, via Web, o per telefono.

Scopri come effettuare l'autolettura

Vai a questa sezione per inserire la tua richiesta di informazioni compilando un form online che ti aiuterà ad essere indirizzato esattamente al servizio che richiedi.

Vai a questa sezione per inserire un reclamo compilando un form online che ti aiuterà ad essere indirizzato esattamente al servizio che richiedi.

Oppure chiama il Numero Verde 800-552866 o il 199-129191 per chiamate da cellulari. Orario di apertura servizio con operatore da lunedì a venerdì: 08:00-20:00, sabato: 08:00-13:00. Servizio automatico attivo tutti i giorni 24 ore su 24. Le richieste e i reclami possono essere anche inoltrati in forma scritta all’Ufficio Reclami, all’indirizzo: Lungadige Galtarossa, 8 – 37133 Verona.

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha attuato delle misure per fermare il sempre crescente fenomeno dei contratti non richiesti di fornitura di energia elettrica e gas da parte di società di vendita che agiscono in maniera scorretta. In particolare ha istituito in via ufficiale la procedura di ripristino, che prevede la certezza per il cliente di annullare il contratto non richiesto, avendo poi la possibilità immediata di tornare con il proprio fornitore di servizi iniziale, senza alcun costo aggiuntivo.

Clicca per saperne di più

Nella sezione tariffe trovi le condizioni economiche aggiornate dei mercati regolati di energia elettrica e gas secondo le indicazioni dell’Autorità per l’energia elettrica, gas e sistema idrico (AEEGSI). Nella sezione energia elettrica trovi le nuove tariffe applicabili nel caso il contatore elettrico venga utilizzato per la produzione di riscaldamento mediante pompe di calore. Trovi inoltre le indicazioni e la modulistica per usufruire di questa opportunità. Trovi inoltre le tariffe del servizio di teleriscaldamento.

Quadro normativo

Tutti i Clienti sono importanti per noi. Avendo origini di pubblico servizio abbiamo maturato una cultura di sensibilità e attenzione ai Clienti Consumatori verso i quali sentiamo il dovere di assicurare la massima chiarezza e trasparenze. I diritti del Consumatore sono ampiamente disciplinati dalla normativa vigente, tuttavia molto spesso è difficile per un Cliente orientarsi tra leggi e regolamenti, e soprattutto non sempre è semplice capire come fare per pretenderne l’applicazione in caso di problemi con il proprio fornitore. Per tale ragione l’Autorità per l’energia elettrica, gas e sistema idrico (AEEGSI) ha raccolto le diverse fonti normative e sintetizzato i diritti dei Clienti Consumatori in un atlante che riporta in maniera schematica ed esaustiva tutti le situazioni in cui il cliente può far valere i propri diritti, indicando anche le modalità per farlo. Il rispetto e la correttezza nei confronti del Consumatore sono uno degli elementi distintivi di AGSM che perciò accoglie con estremo favore iniziative volte a maturare nel consumatore una coscienza di quelli che sono i propri diritti.

Per ridurre la probabilità di incidenti e tutelare sempre meglio i consumatori, l’AEEGSI ha previsto che le società di distribuzione, prima di attivare la fornitura di gas verifichino che l’impianto del cliente sia dotato della documentazione prevista dal “Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare” con particolare riguardo ai documenti che costituiscono parte integrante della dichiarazione di conformità. Tale documentazione, che deve essere rilasciata dall’installatore, certifica la corretta esecuzione dell’impianto ed ha l’obbiettivo di garantire la piena sicurezza dell’impianto stesso.

Clicca qui per saperne di più

I Bonus Elettrico e Gas sono importanti opportunità di risparmio a favore del Cliente Consumatore, grazie ai quali è possibile ottenere sensibili risparmi nelle bolletta di luce e gas. AGSM Energia riconosce il Bonus direttamente in bolletta a tutti i Clienti che possiedono i requisiti stabiliti dall’ AEEGSI. Gli aventi diritto al Bonus Elettrico e Gas devono effettuare la richiesta secondo le modalità stabilite dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Clicca qui sotto per saperne di più.

Bonus Elettrico

Da gennaio 2009 è attivo il cosiddetto “bonus sociale” (ovvero ‘il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica’). Tale compensazione, sotto forma di sconto applicato nella bolletta per la fornitura di energia elettrica, è uno strumento introdotto dal Governo che ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico e/o fisico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica.
Potranno accedere al bonus sociale per disagio economico tutti i clienti domestici (le famiglie), intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza, che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro. Per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico la soglia ISEE è innalzata a 20.000 euro. Il bonus è valido per dodici mesi e ne può essere richiesto il rinnovo se permangono le condizioni di disagio economico.
Hanno invece diritto al bonus per disagio fisico tutti i clienti domestici (le famiglie) presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature necessarie per il mantenimento in vita alimentate ad energia elettrica.
I bonus sociali per disagio economico e per disagio fisico sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.
Per accedere al bonus sociale occorre fare domanda presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte.
I moduli sono reperibili sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorità.energia.it
Per compilare i moduli sono necessarie tutte le informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di energia elettrica (facilmente reperibili sulle bollette), nonché la documentazione relativa all’ISEE.
Per le richieste di bonus sociale per disagio fisico è indispensabile una apposita certificazione della ASL, mentre non è richiesto l’ISEE.
Ulteriori informazioni
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorità.energia.it o chiamare il numero verde 800.166.654.654.

Bonus Gas

Da dicembre 2009 è attivo il cosiddetto “bonus sociale gas” (ovvero ‘il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas naturale). Tale compensazione, sotto forma di sconto applicato nella bolletta per la fornitura di gas naturale, è uno strumento introdotto dal Governo, che ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per il gas naturale.Potranno accedere al bonus sociale per disagio economico tutti i clienti domestici (le famiglie), intestatari di una fornitura di gas naturale nel luogo di residenza con misuratore di classe non superiore a G6 e che abbiano un ISEE inferiore o uguale 7.500 euro. Per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico la soglia ISEE è innalzata a 20.000 euro.Il bonus sociale è riconosciuto anche ai clienti domestici che utilizzano impianti condominiali alimentati a gas naturale. In tal caso, non viene corrisposto in bolletta, ma attraverso un bonifico domiciliato che potrà essere ritirato presso gli sportelli di Poste Italiane.Il bonus è valido per dodici mesi e ne può essere richiesto il rinnovo se permangono le condizioni di disagio economico.Per accedere al bonus sociale occorre fare domanda presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte.

I moduli sono reperibili sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorità.energia.it. Per compilare i moduli sono necessarie tutte le informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di gas naturale (facilmente reperibili sulle bollette), nonché la documentazione relativa all’ISEE.Il bonus sociale gas, inoltre, è cumulabile con il bonus sociale elettrico.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorità.energia.it o chiamare il numero verde 800.166.65454.

Chiunque usi, anche occasionalmente, il gas fornito tramite reti di distribuzione o reti di trasporto, beneficia in via automatica di una copertura assicurativa contro gli incidenti da gas, ai sensi della deliberazione 191/2013/R/gas dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. La copertura assicurativa è valida su tutto il territorio nazionale. Da essa sono esclusi:

  • i Clienti finali di gas metano diversi dai Clienti domestici o condominiali domestici e dai soggetti che svolgono attività di servizio pubblico, caratterizzati da un consumo annuo superiore a 200.000 metri cubi alle condizioni standard
  • i Clienti finali di gas metano per autotrazione

Per informazioni in merito ai sinistri aperti relativi al contratto di assicurazione si può chiamare il numero verde 800.929.286 o mandare un’e.mail a assigas@cig.it. Nel caso di eventuali richieste di informazioni sul contratto di assicurazione non relative a sinistri aperti, si può contattare lo Sportello per il consumatore di energia al numero verde 800.166.654 o con le modalità indicate nel sito internet www.autorita.energia.it.   Per maggiori informazioni, scarica i seguenti documenti:

Il Mix energetico è l’insieme di fonti energetiche primarie utilizzate per la produzione di energia elettrica fornita dall’impresa di vendita ai clienti finali.
Come disciplinato dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 31 luglio 2009, le imprese di vendita di energia elettrica sono tenute a fornire informazioni ai clienti finali:
• sulla composizione del mix di fonti energetiche primarie utilizzate per la produzione dell’energia elettrica fornita
• sull’impatto ambientale della produzione di energia elettrica, utili al fine di risparmiare energia

Clicca il pulsante per saperne di più

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha definito, mediante la Delibera n. 164/08 e le Delibere n. 120/08 e 333/07, standard specifici e generali di qualità relativamente ai Servizi di Vendita e Distribuzione del Gas e dell’Energia Elettrica. Scopo della regolazione è quello di definire standard nazionali, minimi e obbligatori per tutti, tesi alla tutela degli utenti da un lato e, dall’altro, al miglioramento medio complessivo del sistema.

Clicca sul pulsante per saperne di più

Da gennaio 2017, per la propria fornitura di energia elettrica, le famiglie e le piccole imprese ancora in maggior tutela possono scegliere le offerte di Tutela simile, il regime di mercato transitorio che ha l’obiettivo di agevolare il completamento del processo di liberalizzazione del settore energia elettrica consentendo ai clienti di “prendere confidenza” con il libero mercato. AGSM Energia ha aderito alla Tutela simile.

Per maggiori info sulle condizioni e per aderire vai sull’apposito portale messo a disposizione da AEEGSI.

Clicca il pulsante per saperne di più

EVENTI SISMICI DEL 24 AGOSTO 2016 E SUCCESSIVI

SOSPENSIONE DEI TERMINI DI PAGAMENTO E SOGGETTI BENEFICIARI

Il decreto legge n. 189/2016 ha previsto la sospensione per 6 mesi dei termini di pagamento per tutte le utenze situate nei comuni rientranti nel cratere sismico (come individuati negli allegati 1, 2 e 2-bis). Scarica gli allegati 1, 2 e 2-bis del d.l. n. 189/2016

Le date dei 3 eventi sismici costituiscono il termine iniziale dal quale decorrono in automatico le misure adottate in favore dei soggetti con immobile situato in uno dei Comuni dei 3 allegati. Fanno eccezione i Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto, rientranti nell’Allegato 2, in relazione ai quali non è previsto alcun automatismo.

sismi norme

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) ha provveduto a deliberare la sospensione dei termini di pagamento delle fatture emesse o da emettere per un periodo di:

  •  6 mesi per tutti i beneficiari della sospensione automatica;
  •  ulteriori 6 mesi in caso di immobile inagibile (solo su richiesta del soggetto danneggiato, che produca idonea documentazione attestante l’inagibilità dell’immobile e il nesso di causalità con gli eventi sismici)

Il periodo di sospensione dei termini di pagamento decorre a partire dalla data del sisma di riferimento (24 agosto, 26 ottobre, 18 gennaio).

La sospensione dei termini di pagamento trova applicazione anche con riferimento alle fatture emesse prima della data di decorrenza dei termini di sospensione, qualora i termini di pagamento fossero ancora in corso rispettivamente alle medesime date.

SOGGETTI BENEFICIARI DELLA SOSPENSIONE AUTOMATICA DEI TERMINI DI PAGAMENTO

Sono beneficiari della sospensione automatica (per i primi 6 mesi):

– i soggetti titolari di almeno un contratto di fornitura nei Comuni di cui agli allegati 1 e 2 e 2-bis al decreto legge n. 189/2016, ad accezione delle utenze attive nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto;

– i soggetti alloggiati nelle strutture abitative di emergenza (SAE) adibite a civile abitazione e/o nei moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE) e/o alle utenze site nelle aree di accoglienza temporanea alle popolazioni colpite allestite dai Comuni e a quelle site negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione.

Il termine di sospensione di 6 mesi dalla data del sisma é prorogato di ulteriori 6 mesi limitatamente ai soggetti danneggiati che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, con trasmissione agli enti competenti.

Per i soggetti beneficiari della sospensione automatica (per i primi 6 mesi), l’applicazione per i successivi sei mesi di sospensione dei termini di pagamento avviene solo su richiesta del soggetto interessato che dichiari mediante autocertificazione resa ai sensi del D.P.R. 445/00 l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda. Modulo da scaricare per proroga sospensione termini di pagamento.

SOGGETTI BENEFICIARI, NON AUTOMATICAMENTE MA SOLO SU RICHIESTA, DELLA SOSPENSIONE DEI TERMINI DI PAGAMENTO

Rientrano in questa categoria:

1) i soggetti titolari di utenza sita nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto, esclusivamente nel caso in cui dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, , ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti;

2) i soggetti titolari di utenza sita in altri Comuni delle regioni interessate dagli eventi sismici del 2016 e attiva alla data di tali eventi, che dimostrino il nesso di causalità diretto tra l’inagibilità dell’immobile in cui è sita l’utenza e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da apposita perizia asseverata;

3) altri soggetti che abbiano subito, a causa degli eventi sismici del 24 agosto e successivi, gravi danni alla propria abitazione di residenza e siano in grado di dimostrare l’inagibilità parziale o totale della stessa e il nesso di causalità con i menzionati eventi comprovato da apposita perizia asseverata;

Per tali soggetti la sospensione dei termini di pagamento, compresa l’ulteriore proroga di 6 mesi, non è automatica, ma si applica su richiesta del soggetto interessato secondo quanto previsto dalla normativa primaria. A tal fine il soggetto richiedente deve provvedere alla presentazione all’esercente la vendita dell’istanza prevista all’articolo 3, commi 1 e 2, della deliberazione dell’AEEGSI 252/2017/R/com, fornendo i documenti ivi indicati, che riportiamo di seguito:

a) copia dell’atto di certificazione dell’Autorità comunale competente, o di equivalente documentazione, sullo stato di inagibilità della originaria unità immobiliare nella titolarità del cliente finale, ovvero dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi del testo unico di cui al D.P.R. 445/00, con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti, attestante l’inagibilità dell’originaria unità immobiliare nella titolarità del medesimo cliente finale;

b) autodichiarazione, compilando a seconda della tipologia di soggetto, uno dei moduli qui sotto riportati:

Soggetti di cui al punto 1): Modulo da scaricare per autodichiarazione per Comuni Teramo, Rieti, Ascoli Piceno,   Macerata, Fabriano e Spoleto.

Soggetti di cui al punto 2): Modulo da scaricare per autodichiarazione per Comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria esclusi da allegato 1 e 2.

Soggetti di cui al punto 3): Modulo da scaricare per autodichiarazione per forniture relative ad abitazioni di residenza.

I soggetti di cui ai precedenti punti 2) e 3) sono, inoltre, tenuti a presentare all’esercente la vendita, entro 18 mesi dall’invio dell’istanza, copia della perizia asseverata che dimostri il nesso di causalità diretto tra i danni ivi verificatisi e gli eventi sismici verificatisi a far data dal giorno 24 agosto 2016 e successivi.

La documentazione (comprensiva di fronte/retro di un documento di riconoscimento valido del dichiarante) potrà essere presentata ad AGSM Energia:

via web accedendo al sito internet www.agsmperte.it > Richieste online > EVENTI SISMICI DEL 24 AGOSTO 2016 E SUCCESSIVI

a mezzo fax, 045 867 7438

a mezzo posta, AGSM Energia Spa – Ufficio Fatturazione – Lungadige Galtarossa, 8 – 37133 Verona

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare il Servizio Clienti di AGSM Energia al numero 800 55 28 66.

Clicca qui per leggere il testo completo della delibera 252/2017/R/com (e degli altri provvedimenti collegati) e per visualizzare le slide riepilogative dell’AEEGSI.

AGEVOLAZIONI DISCIPLINATE DALLA DELIBERA DELL’AUTORITA’ 252/2017/R/COM, SOGGETTI BENEFICIARI E MODALITA’ DI OTTENIMENTO DELLE AGEVOLAZIONI NON AUTOMATICHE

TIPOLOGIA E DURATA DELLE AGEVOLAZIONI

Per i settori dell’energia elettrica e del gas naturale, la delibera dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) 252/2017/R/com prevede che le componenti tariffarie di rete e quelle relative agli oneri generali di sistema (componenti soggette a regolazione) vengano ridotte del 100%. La stessa delibera prevede, altresì, l’azzeramento dei corrispettivi per nuove connessioni/allacciamenti, disattivazioni, riattivazioni subentri e volture;

Le agevolazioni sono riconosciute per un periodo di 36 mesi a partire dalla data del sisma che ha causato l’inagibilità dell’immobile (24 agosto, 26 ottobre, 18 gennaio).

Le agevolazioni sono riconosciute dalla data di attivazione e/o voltura e/o subentro e fino alla data del 17 gennaio 2020 per le utenze site nelle strutture abitative di emergenza (SAE) adibite a civile abitazione e/o nei moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE) e/o per le utenze site nelle aree di accoglienza temporanea alle popolazioni colpite allestite dai Comuni e per quelle site negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione.

Le agevolazioni previste dall’AEEGSI sono cumulabili con il bonus elettrico e il bonus gas.

ESTENSIONE E «PORTABILITÀ» DELLE AGEVOLAZIONI

Di norma ciascun soggetto beneficiario può godere delle agevolazioni disciplinate dal provvedimento 252/2017/R/com in tanti punti di fornitura quanti erano quelli attivi alla data del sisma (24 agosto, 26 ottobre, 18 gennaio).

Il soggetto avente diritto ad agevolazione – automatica e non – che alla data del sisma era residente nell’unità immobiliare divenuta inagibile, ha diritto a usufruire dell’agevolazione anche relativamente all’unità immobiliare in cui ha stabilito la residenza/domicilio successivamente all’evento sismico, indipendentemente dalla Regione in cui quest’ultima sia ubicata. Modulo da scaricare per autodichiarazione.

La documentazione (comprensiva di fronte/retro di un documento di riconoscimento valido del dichiarante) potrà essere presentata ad AGSM Energia:

via web accedendo al sito internet www.agsmperte.it > Richieste online > EVENTI SISMICI DEL 24 AGOSTO 2016 E SUCCESSIVI

a mezzo fax, 045 867 7438

a mezzo posta, AGSM Energia Spa – Ufficio Fatturazione – Lungadige Galtarossa, 8 – 37133 Verona

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare il Servizio Clienti di AGSM Energia al numero 800 55 28 66.

SOGGETTI BENEFICIARI DELLE AGEVOLAZIONI AUTOMATICHE

Le agevolazioni disciplinate dalla delibera 252/2017/R/com sono applicate automaticamente:

– ai soggetti titolari di almeno un contratto di fornitura nei Comuni di cui agli allegati 1 e 2 e 2-bis al decreto legge n. 189/2016, ad accezione delle utenze attive nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto;

– ai soggetti alloggiati nelle strutture abitative di emergenza (SAE) adibite a civile abitazione e/o nei moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE) e/o alle utenze site nelle aree di accoglienza temporanea alle popolazioni colpite allestite dai Comuni e a quelle site negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione.

Scarica gli allegati 1, 2 e 2-bis del d.l. n. 189/2016

SOGGETTI BENEFICIARI, NON AUTOMATICAMENTE MA SOLO SU RICHIESTA, DELLE AGEVOLAZIONI – MODALITA’ DI OTTENIMENTO DELLE AGEVOLAZIONI NON AUTOMATICHE

Rientrano in questa categoria:

1) i soggetti titolari di utenza sita nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto, esclusivamente nel caso in cui dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, , ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti;

2) i soggetti titolari di utenza sita in altri Comuni delle regioni interessate dagli eventi sismici del 2016 e attiva alla data di tali eventi, che dimostrino il nesso di causalità diretto tra l’inagibilità dell’immobile in cui è sita l’utenza e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da apposita perizia asseverata;

3) altri soggetti che abbiano subito, a causa degli eventi sismici del 24 agosto e successivi, gravi danni alla propria abitazione di residenza e siano in grado di dimostrare l’inagibilità parziale o totale della stessa e il nesso di causalità con i menzionati eventi comprovato da apposita perizia asseverata;

4) i clienti finali titolari di forniture site nei moduli temporanei abitativi (MAP) e destinate ai soggetti colpiti dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e successivi e le utenze e le forniture temporanee ad uso abitativo, quali ad esempio roulotte e camper, ad esclusione di quelle associate agli attrazionisti viaggianti, su richiesta dell’utente che abbia subito, a causa degli eventi sismici del 24 agosto e successivi, gravi danni alla propria abitazione e sia pertanto in grado di dimostrare l’inagibilità parziale o totale della stessa e il nesso di causalità con i menzionati eventi comprovato da apposita perizia asseverata.

Per tali soggetti le agevolazioni disciplinate dalla deliberazione dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) 252/2017/R/com non sono automatiche, ma si applicano su richiesta del soggetto interessato. Il soggetto richiedente deve provvedere alla presentazione all’esercente la vendita dell’istanza prevista all’articolo 3, commi 1 e 2, della suddetta delibera, fornendo i documenti ivi indicati, che riportiamo di seguito:

a) copia dell’atto di certificazione dell’Autorità comunale competente, o di equivalente documentazione, sullo stato di inagibilità della originaria unità immobiliare nella titolarità del cliente finale, ovvero dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi del testo unico di cui al D.P.R. 445/00, con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti, attestante l’inagibilità dell’originaria unità immobiliare nella titolarità del medesimo cliente finale;

b) autodichiarazione, compilando a seconda della tipologia di soggetto, uno dei moduli qui sotto riportati:

Soggetti di cui al punto 1): Modulo da scaricare per autodichiarazione per Comuni Teramo, Rieti, Ascoli Piceno,   Macerata, Fabriano e Spoleto.

Soggetti di cui al punto 2): Modulo da scaricare per autodichiarazione per Comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria esclusi da allegato 1 e 2.

Soggetti di cui al punto 3): Modulo da scaricare per autodichiarazione per forniture relative ad abitazioni di residenza.

Soggetti di cui al punto 4): Modulo da scaricare per autodichiarazione per forniture relative a MAP/ forniture temporanee ad uso abitativo.

I soggetti di cui ai precedenti punti 2), 3) e 4) sono, inoltre, tenuti a presentare all’esercente la vendita, entro 18 mesi dall’invio dell’istanza, copia della perizia asseverata che dimostri il nesso di causalità diretto tra i danni ivi verificatisi e gli eventi sismici verificatisi a far data dal giorno 24 agosto 2016 e successivi.

La documentazione (comprensiva di fronte/retro di un documento di riconoscimento valido del dichiarante) potrà essere presentata ad AGSM Energia:

via web accedendo al sito internet www.agsmperte.it > Richieste online > EVENTI SISMICI DEL 24 AGOSTO 2016 E SUCCESSIVI

a mezzo fax, 045 867 7438

a mezzo posta, AGSM Energia Spa – Ufficio Fatturazione – Lungadige Galtarossa, 8 – 37133 Verona

AGSM Energia provvederà a trasmettere le istanze all’impresa distributrice competente.

Nota bene:

i) Decorsi i 18 mesi nel caso in cui l’utente non presenti la perizia asseverata, l’esercente la vendita provvederà a sospendere le agevolazioni tariffarie e procederà a ricalcolare i corrispettivi dovuti in assenza di agevolazione, emettendo fattura di conguaglio secondo le disposizioni previste all’articolo 14 della delibera sopracitata.

ii) Nel caso in cui l’agibilità dell’unità immobiliare sia ripristinata prima della scadenza dei 36 mesi, tutti i soggetti che staranno usufruendo di agevolazione non automatica ne dovranno dare comunicazione entro 30 giorni all’esercente la vendita, il quale provvederà a trasmettere la comunicazione all’impresa distributrice competente per sospendere le agevolazioni.

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare il Servizio Clienti di AGSM Energia al numero 800 55 28 66.

Clicca qui per leggere il testo completo della delibera 252/2017/R/com (e degli altri provvedimenti collegati) e per visualizzare le slide riepilogative dell’AEEGSI.

MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE FATTURE OGGETTO DI SOSPENSIONE DEI TERMINI DI PAGAMENTO – RATEIZZAZIONE

AGSM Energia ha sospeso i termini di pagamento ai soggetti beneficiari di tale sospensione pur avendo continuato a fatturare. Entro il 31 dicembre 2017 per i clienti il cui periodo di sospensione dei pagamenti (determinato in 6 mesi dai provvedimenti legislativi) termini entro il 30 aprile 2017, o entro la fine del sesto mese successivo al termine del periodo di sospensione per gli altri clienti, provvederà all’emissione di un’unica fattura di conguaglio degli importi fatturati, con competenza dall’inizio della sospensione dei pagamenti fino alla data di emissione della fattura stessa, che tenga conto delle agevolazioni previste dal provvedimento dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) 252/2017/R/com.

Gli importi relativi alle forniture di energia elettrica e di gas naturale, contabilizzati nelle fatture i cui termini di pagamento sono stati sospesi, ai sensi dell’articolo 3 della deliberazione 810/2016/R/com dell’AEEGSI, sono rateizzati automaticamente secondo i criteri di seguito esposti (tenendo conto delle agevolazioni disciplinate dal richiamato provvedimento 252/2017/R/com):

– senza interessi a carico del cliente finale;

– in 24 mesi, a decorrere dalla data di emissione della fattura unica;

– coerentemente con la periodicità di fatturazione applicata al cliente finale;

– a meno che il cliente finale non preferisca provvedere al pagamento senza rateizzazione, scegliendo di pagare l’importo dovuto in un’unica soluzione;

– sulla base di rate non inferiori a 20,00 €;

– se l’importo complessivo è almeno di 50,00 € per singola fornitura;

Il piano di rateizzazione viene comunicato al cliente finale contestualmente alla fattura unica di conguaglio, dal momento di emissione della quale decorrerà la dilazione.

Per i clienti dual fuel gli importi relativi ad energia elettrica e gas sono rateizzati congiuntamente.

I clienti finali beneficiari delle agevolazioni possono comunicare ad AGSM Energia l’eventuale diverso indirizzo, ai fini del recapito delle eventuali fatture e comunicazioni di cui al provvedimento 252/2017/R/com relativamente al punto di fornitura originario, con una delle seguenti modalità:

– chiamando il Servizio Clienti di AGSM Energia al numero 800 55 28 66

– via web accedendo al sito internet www.agsmperte.it > Richieste online > EVENTI SISMICI DEL 24 AGOSTO 2016 E SUCCESSIVI

Il canone Rai si paga nella bolletta elettrica.

Con la Legge di Stabilità 2016 si è stabilito che il canone Rai venga addebitato in bolletta a partire dal 1° luglio 2016. Il canone è stato ridotto a 100 euro l’anno e verrà frazionato in 10 rate mensili, salvo per il primo anno in cui nella bolletta di luglio verranno addebitate le rate già scadute.

Chi deve pagare il canone?

Tutti coloro che possiedono una o più televisioni. Va pagato un unico canone per tutti gli apparecchi che possiedi tu o un componente della tua famiglia e sia che si trovi nella casa di proprietà che in altre.

Come avviene l’addebito?

La voce relativa al canone RAI sarà distinta e ben individuabile rispetto alle altre voci in bolletta. Se hai l’addebito delle fatture sul conto corrente, questo coinvolgerà automaticamente anche il pagamento dell’importo relativo al canone.

Se non possiedi un apparecchio televisivo?

Puoi richiedere l’esenzione dal pagamento secondo le modalità indicate nel sito CanoneRai.it.

ATTENZIONE. AGSM non è autorizzata a raccogliere le richieste di esenzione canone Rai.

Per maggiori informazioni, visita i siti:
Rai
Agenzie delle entrate

Semestralmente l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico effettua un’indagine sulla qualità dei servizi di Call Center percepita dai Clienti delle maggiori aziende di energia e gas (l’iniziativa è prevista in base a quanto disposto dall’articolo 30 del “Testo integrato della regolazione della qualità dei servizi di vendita di energia elettrica e di gas naturale”, allegato alla delibera dell’Autorità del 18 novembre 2008, ARG/com 164/08). Ottimi risultati sono stati ottenuti dal nostro Call Center relativi alla percezione di qualità effettiva durante l’esperienza di contatto da parte dei Clienti nel II semestre 2016.

Clicca il pulsante per saperne di più

Clicca il pulsante per conoscere I NOSTRI RISULTATI

Ai sensi di quanto previsto dal Testo Integrato Morosità Gas TIMG (Allegato A alla delibera ARG/gas 99/11 e s.m.i.) e dal Testo Integrato Morosità Elettrica TIMOE (Allegato A alla Delibera 258/2015/R/com) in caso di mancato pagamento, AGSM Energia, previa comunicazione a mezzo raccomandata o posta elettronica certificata, ha il diritto di procedere all’attivazione della procedura di sospensione dell’erogazione di gas naturale e/o energia elettrica al punto di riconsegna.

Per maggiori informazioni sulle tempistiche e modalità di costituzione in mora nonchè sugli indennizzi automatici, clicca di seguito.

Pagare le bollette con Paypal ora si può!

What’s happened? Da oggi pagare le bollette è ancora più facile con Paypal! Si è infatti aggiunto un nuovo metodo ...
Leggi Tutto

Produrre energia dal raffreddamento dello Yellowstone: il nuovo progetto della NASA

What’s happened? Lo Yellowstone è il vulcano più grande e temuto al mondo: la sua caldera infatti si estende per ...
Leggi Tutto

La bolletta smart come strumento in supporto ai consumatori

What’s happened? Sul quotidiano Economy di pochi giorni fa, Floriano Ceschi, Direttore di AGSM Energia, parla di quali sono i ...
Leggi Tutto

Il DDL Concorrenza è legge: cosa cambia per il Telemarketing

What’s happened? Dopo 2 anni dall’approvazione da parte del Governo e a seguito di continue discussioni e rinvii in camera, ...
Leggi Tutto

Dove siamo